ABSTRACT

Libro degli ATTI su Dermeneutica.org (la rivista ufficiale dell'ADMG)
>>> Indice autori >>>
Il management del paziente con dermatite atopica
M. Bellosta, G. Roveda

Il termine dermatite atopica (AD) designa il complesso di manifestazioni infiammatorie cutanee croniche e/o recidivanti che si associano all’atopia, condizione ereditaria poligenica che interessa circa un terzo della popolazione generale. La dermatite atopica è una delle più comuni dermatosi dell’infanzia ma le manifestazioni, con differenti gradi di severità, possono persistere anche in età adulta. Si caratterizza con la presenza di prurito, chiazze eczematose e/o lichenificate localizzate in sedi preferenziali a seconda dell’età di insorgenza, associate frequentemente ad una storia personale o famigliare di atopia, xerosi diffusa con disfunzione della barriera cutanea e aumento delle immunoglobuline E.
L’atopia costituisce un problema emergente di sanità pubblica, in quanto i costi diretti ed indiretti legati alla dermatite atopica ed all’asma sono gravosi per via del numero elevato dei pazienti e della cronicità dei sintomi. È pertanto fondamentale lo sviluppo di strategie a misura tanto di popolazione quanto di individuo a rischio. Gli studi epidemiologici non hanno ancora individuato con certezza uno o più fattori su cui intervenire a livello di popolazione, non di meno riscuotono un consenso unanime le raccomandazioni generiche concernenti le condizioni ablative, l’alimentazione nell’infanzia e i possibili fattori favorenti (fumo, inquinamento..).
Un’attenta gestione terapeutica è fondamentale, in quanto la AD è una malattia cronica per cui anche il suo trattamento dovrà esserlo. È importante saper dare risposte chiare ai pazienti o ai loro genitori al fine di ottenere la massima adesione alla strategia terapeutica. Fornire un’adeguata informazione sulla natura e sull’evoluzione della malattia e sui trattamenti, che dovranno essere modificati sulla base delle diverse fasi della dermatite, permette una miglior accettazione della propria condizione. Nel management della AD sono fondamentali le cure locali (emollienti, steroidi, immunomodulatori) che permettono un ripristino della barriera cutanea, la riduzione dell’infiammazione e del prurito, il trattamento delle possibili sovrainfezioni, e l’individuazione delle forme gravi della malattia per la necessità di un trattamento sistemico (steroidi, ciclosporina).
Bellosta M., Roveda G. 1