ABSTRACT

Libro degli ATTI su Dermeneutica.org (la rivista ufficiale dell'ADMG)
>>> Indice autori >>>
Le malattie bollose non autoimmuni: criteri classificativi
A. Altobella, G. Panniello, G. Fenizi

Le dermatosi bollose comprendono quadri clinici diversi il cui minimo comune denominatore è rappresentato dalla formazione della bolla, uno spazio contenente fluido che può ritrovarsi a diversi livelli dell’apparato tegumentario. Al gruppo delle dermatosi bollose autoimmuni classiche, ben inquadrabili da un punto di vista ezio-patogenetico, si contrappone un vasto gruppo di dermatosi bollose genericamente definite “non autoimmuni”, alcune delle quali di frequente riscontro, altre di non comune osservazione. Gli autori inquadrano quest’ultimo gruppo, accennando all’eziologia ed alla patogenesi (quando note), in base al livello di formazione della bolla riconoscendo tre grandi sottogruppi: le bollosi subcornee, le bollosi intraepidermiche, le bollosi subepidermiche. Vengono dunque descritte le diverse dermatosi soffermandosi particolarmente sull’aspetto istologico delle singole entità, sottolineando che non sempre ciò che per l’istologo rappresenta una bolla lo è anche per il clinico, con tutte le considerazioni che ne conseguono.
Altobella A., Panniello G. et al.